RICHMOND, MISSONI, DSQUARED2 E DOLCE&GABBANA: SGUARDO ALL’ULTIMA #MFW UOMO

Oggi vorrei brevemente parlarvi di alcune delle sfilate che più mi hanno colpita durante l’ultima Milano Fashion Week che ha portato in scena le collezioni Uomo per la prossima primavera/estate. Dopo aver già analizzato la meravigliosa sfilata di Hogan, nello specifico qui le mie preferite; le creazioni di John Richmond, Missoni, Dsquared2 e Dolce & Gabbana.

La collezione presentata da John Richmond mixa il classico con l’irriverente. Accanto ad abiti dal taglio sartoriali appare infatti uno stile optical, accompagnato da colori vibranti, tattoo e camouflage geometrico. Stessa scelta impiegata nell’uso dei colori, alternati tra i toni del nero, il bianco, il rosso agrodolce, il blu directoire, l’arancione cheddar e il mimosa. Vari i tessuti, con prevalenza di cashmere, seta e cotone, mentre i completi sono in lana molto leggera.

 photo JR1_1.jpg
 photo JR2_1.jpg

Completamente diverso l’uomo presentato da Missoni, la cui collezione si è ispirata all’India. I tessuti sono morbidi e cadono rilassati, con tonalità potenti. Sfilano lino delavé, lane estive e cotoni immersi in indaco naturale e intrecciati a maglia in pigmenti polverosi. Per questa stagione Missoni ha poi collaborato con lo storico produttore di valige Globe-Trotter che ha realizzato una serie limitata di bagagli artigianali, foderati con un tessuto fiammato Missoni, mentre ai piedi i modelli hanno calzato sandali intrecciati con materiali eco-compatibili realizzati da Malibu Sandals, azienda californiana.

 photo MISSONI1.jpg
 photo MISSONI2.jpg

Particolarissima anche la collazione creata da Dsquared2. Tute in tulle colorate che simulano tatuaggi sulla pelle, pantaloni da surfista, lunghe t-shirt con perline, cappellini e sandali sportivi con suole colorate. Sono solo alcuni, questi, i tratti distintivi delle creazioni dei fratelli Dean e Dan, famosi per le loro collezioni originali e le sfilate-evento. L’uomo è quindi decisamente casual, vestito di giubbetti di jeans e collane turchesi.

 photo DSQUARED2 MFW.jpg
 photo DSQUARED 2.jpg

Le atmosfere cinesi fuse con la cultura siciliana hanno infine ispirato la collezione di Dolce & Gabbana, dove i colori vivaci sono protagonisti, assieme a draghi, pupi e cavalli.  Le stampe diventano quindi il centro dell’intera collezione, con pavoni e pagode stampati su abiti e bomber. Tra i tessuti la seta è la regina: in seta sono ad esempio i blazer a doppio petto. Protagonista anche la polo, indossata con pantaloni e pantaloncini e rigorosamente stampata e decorata, ora con sgargianti uccellini, ora con gli agrumi siciliani. Infine un ultimo sguardo lo meritano le calzature, presentate come una sorta di espadrillas, rese anche preziose da alcuni dettagli.

 photo DG1.jpg
 photo DG2.jpg

In conclusione ho apprezzato molto l’uomo “moderno” proposto in passerella! Soprattutto la variante delle “stampe” che personalmente adoro.

E voi, quali sono le sfilate che più avete apprezzato di questa fashion week? E quali non vi sono piaciute?

A presto con le altre #Fashionews

Immagine1

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *