HAIR CARE: PAROLA D’ORDINE SLOW BEAUTY

Si corre, ci si affanna, si è connessi, si è multitasking…ma a volte si sente la necessità di fermarsi. Un rito di bellezza si sa, può essere un modo semplice e gratificante per staccare e prendersi cura di noi stessi. E se il momento beauty rappresenta anche un avvicinamento alla natura, la coccola è ancora più intensa oltre che responsabile. Se già da qualche anno quindi, impera il trend della “slow beauty”, che punta a sensibilizzarci sulla composizione dei prodotti che usiamo, recentemente va sempre più affermandosi lo stesso concetto applicato alla cura dei capelli. Di questo parleremo dunque in questo nuovo articolo: hair care green. 

 photo green_hair.jpg

Abbiamo selezionato per voi alcuni brand/prodotti che hanno fatto dell’approccio green una bandiera.

Il primo marchio che ci sentiamo di citare è Davines, 100% italiano, si tratta di una vera eccellenza del settore: nel 2016 ha ottenuto la certificazione B Corporation entrando così nella rete globale delle aziende che hanno ridefinito il loro modello di business utilizzandolo come forza ad impatto positivo sulle persone e sul pianeta.

davines

 Da sempre impegnato nella bellezza sostenibile, con le sue formule “nutraceutiche” per la chioma, Davines ha addirittura avviato un progetto con la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus. Sto parlando di Essential Haircare, la gamma per la cura quotidiana dei capelli più identificativa dei valori del marchio. Le formulazioni, prive di solfati e parabeni e con pochi, selezionati ingredienti attivi biodegradabili e di origine naturale, provenienti da coltivazioni italiane, contribuiscono a mantenere in vita varietà vegetali a rischio di estinzione, oltre che minimizzare l’impatto sull’ambiente e coniugare sostenibilità e risultati di altissimo livello.

davines

La linea Essential Haircare si compone di venticinque prodotti, suddivisi in nove famiglie per le esigenze di ogni tipologia di capello. Ciascuna di esse contiene uno specifico ingrediente attivo proveniente da un Presidio Slow Food. Inoltre, il packaging dei prodotti è a Impatto Zero® e realizzato con plastica ad uso alimentare.

Possiamo dunque affermare che qualsiasi prodotto sceglierete di questo marchio potrete star sicure di aver compiuto un gesto virtuoso per la bellezza dei vostri capelli, ma anche per l’intero pianeta! Se non avete mai provato Davines, fatelo, non ve ne pentirete!

Il trend della “naturalità” ha contagiato anche un colosso come L’Oréal Paris che a marzo ha presentato una grande novità: Botanicals fresh care, una gamma completa, per tutti i tipi di capelli, in perfetto stile “slow beauty”. Più che un prodotto, Botanicals è una filosofia, un nuovo percorso che L’Oréal Paris ha deciso di intraprendere unendo tutta la passione e l’esperienza del brand alla selezione di ingredienti di originale naturale, materie prime di qualità elevata, tecniche di lavorazione sostenibili, processi di estrazione rispettosi e utilizzo di estratti biodegradabili.

 photo SAM_1256.jpg

La parola d’ordine è SENZA: senza coloranti, senza siliconi, senza parabeni. Ai siliconi sono stati infatti preferiti olio di cocco e di soia. Le fragranze sono date da 4 selezionati ingredienti botanici che caratterizzano ciascuno una linea: il geranio, dalle proprietà illuminanti, per i capelli spenti o colorati; il cartamo, fonte di acidi grassi e nutrimento, per i capelli secchi; il coriandolo, fonte di omega 6 e dalle proprietà rinforzanti, per le chiome più fragili e in ultimo la camelina, ricca di omega 9 e dalle proprietà liscianti, per i capelli crespi e indomabili.

Ciascuna linea è composta da shampoo, balsamo, maschera e un trattamento “star” (aceto illuminante al geranio, pomata di morbidezza al cartamo, siero di forza al coriandolo e crema disciplinante alla camelina).

Inoltre, tutti i flaconi sono riciclati e riciclabili. Dulcis in fundo, i prezzi sono assolutamente accessibili.

Io sono “cartamo dipendente”, provare per credere :)

A conferma di quanto l’eco beauty sia ormai una tendenza anche nella cosmetica del capello, il recentissimo lancio di Aura Botanica, la nuova linea green firmata Kérastase. Anche in questo caso a dominare le formule dei prodotti, l’assenza di componenti di origine chimica come siliconi, solfati e parabeni, controbilanciati dagli olii naturali di argan e di cocco estratti a freddo, da 98% di ingredienti di origine naturale e attivi provenienti da produzioni solidali.

botanicals_loreal

Gli ingredienti naturali, assolutamente sensoriali, possono non essere sempre efficaci in termini di performance: le caratteristiche più “cocoon” spesso cedono il passo a shampoo senza schiuma o texture oleose che appesantiscono i capelli, ma la formula inedita inventata da Kérastase rispetta gli standard di eccellenza del marchio garantendo allo stesso tempo la naturalità dei componenti.

Aura Botanica si compone di 4 prodotti: Bain Micellaire, uno shampo aromatico delicato; Soin Fondamental, conditioner ad alta nutrizione; Concentré Essentiel, un concentrato di nutrizione a base di olio di cocco, di argan di jojoba e di avocado, olio essenziale di arancio dolce ed estratto di rosmarino, utilizzabile in modo e quantità differente a seconda del tipo di capello; Essence d’éclat, un’essenza bifasica leggera e ultra fine che nutre e protegge i capelli dal crespo, arricchita da acqua di rosa per una più intensa idratazione.

Ci tengo inoltre a segnalarvi Biolage R.A.W., una nuova linea che ho avuto il piacere di conoscere in occasione del Fuorisalone, durante il quale è stato allestito un temporary dedicato al brand. Anche il manifesto di Biolage R.A.W. parla chiaro: formule con 70-100% di ingredienti naturali, biodegradabili fino al 99%, senza parabeni, senza siliconi, senza solfati, senza coloranti artificiali e con pack riciclati/riciclabili.

Biolage-RAW-Matrix

Questa gamma haircare all’insegna della naturalità è stata concepita per rivitalizzare capelli naturalmente sani attraverso un’esperienza sensoriale unica grazie ad alcuni fattori: texture avvolgenti, colori tenui ispirati alla natura e, naturalmente, i profumi, ottenuti attraverso gli ingredienti (olio di cocco, kiwi, sesamo nero, quinoa, miele, bacche di goji, argilla bianca, olio di coriandolo, pompelmo…).

Biolage R.A.W. è una linea professionale, ma nei saloni Biolage alcune referenze sono in vendita al pubblico. Nello specifico la linea Nourish, per donare morbidezza e luminosità ai capelli secchi e opachi, la linea Uplift, per purificare e ridare volume ai capelli fini, e la linea Recover, per ristrutturare e donare forza e lucentezza ai capelli stressati e sensibilizzati. Di queste tre linee sono disponibili lo shampoo, il conditioner e un prodotto “trasversale”: Replenish oil-mist, un trattamento spray adatto a tutti i tipi di capelli. Si tratta di un elisir composto dal mix di 3 olii (d’oliva, di girasole e di borraggine) che dona capelli lisci, morbidi e luminosi. Attenzione però, è molto nutriente e ne basta davvero uno spruzzo, altrimenti si rischia di appesantire il capello. Vista la naturalità degli ingredienti e l’assenza dei componenti chimici, per esperienza, vi suggerisco di abbinare sempre allo shampoo il balsamo che, con il suo ruolo emolliente e districante, completa il trattamento.

Vi segnaliamo infine Bothéa – Botanic Therapy, di cui stiamo testando da qualche settimana alcuni prodotti (promossi a pieni voti!) proprio in vista di questo articolo. Il marchio si fonda su un’idea di cosmesi pulita ed ecologica, garanzia di risultati elevati con il massimo della naturalità e il minimo impatto sull’ecosistema. Nonostante si tratti di un’azienda italiana, l’impronta è quella della filosofia orientale secondo cui sottraendo, si può trovare il vero significato della bellezza. Anche in questo caso dunque, stiamo parlando di prodotti eco-sostenibili, privi di tensioattivi chimici, coloranti, siliconi, olii minerali e parabeni, e a base di ingredienti di origine 100% naturale rapidamente biodegradabili. Le formule di Bothéa si fondano su estratti botanici selezionati in tutto il mondo per le loro proprietà benefiche tra cui l’olio di noce Manketti dello Zambia, l’olio di Buriti del Brasile, di Ampla dell’India, ma anche estratto di menta e rosmarino del nord Africa e di the verde dell’Estremo Oriente. Il metodo Bothéa è volto a riequilibrare il PH e il mantello idrolipidico del capello e propone prodotti per capelli sensibilizzati, secchi, assottigliati, danneggiati, ribelli e indisciplinati, ricci e crespi, e “normali”.

bothea

Speriamo con questo articolo di aver fornito qualche informazione utile a chi sta cercando un prodotto eco-friendly per la cura dei capelli e non sa da dove iniziare. Continuate a seguirci, torniamo presto con nuove #beautynews!

sb

 

 

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *